FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3902861
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: occupata la direzione del centro Casaccia contro i tagli alle attività e ai servizi

ENEA: occupata la direzione del centro Casaccia contro i tagli alle attività e ai servizi

Di fronte all’intransigenza della direzione e ad una gestione inefficiente non si placa la protesta.

30/05/2013
Decrease text size Increase  text size
Comunicato RSU Casaccia

Oggi mercoledì 29 maggio centinaia di lavoratori dell’ENEA Casaccia riunitisi in assemblea, su invito dell’RSU Casaccia, hanno presidiato la palazzina della dirigenza di Centro occupando i locali di accesso in segno di protesta contro la politica dei tagli ai servizi aziendali attuata dal Commissario. L’applicazione della spending review in un centro di ricerca come quello della Casaccia è oltremodo pesante e inaccettabile. La dirigenza ENEA si preoccupa solo di questioni contabili senza di fatto mettere in pratica alcuna azione concreta che orienti l’attuale gestione dei Centri verso azioni concrete contro sprechi e consumi. La situazione del Centro è ritenuta altresì incongruente a seguito dell’incalzante designazione di responsabili di struttura e dirigenti che gravano sul bilancio ENEA senza reali benefici per l’Ente. L’ulteriore assenza di ENEA anche nel recente incontro unitario tra i Sindacati e i Presidenti EPR (21 Maggio 2013, Roma) dove sono state analizzate le criticità e le prospettive del comparto ricerca, sottolinea il ruolo non rappresentativo del Commissario che ha operato in questi anni più come un curatore fallimentare che come un dirigente preoccupato del rilancio dell’ente.

La RSU Casaccia dichiara lo stato di agitazione con occupazione da oggi degli uffici della Direzione Centro Casaccia per chiedere l’apertura di un tavolo sulle voci di bilancio, sulle proposte dei lavoratori, su un modo diverso di vedere i risparmi sostenibili senza andare a pesare sulle manutenzioni, sui trasporti, sulle pulizie, su  tutto ciò che rende la vita lavorativa in Casaccia all’altezza della situazione.

Tutti i centri i centri di ricerca ENEA sono impegnati nel respingere i nuovi tagli ai servizi e alla funzionalità dei centri. Altro che festeggiare con le autorità il benessere lavorativo quando nei centri si può ormai parlare di fatiscenza e degrado delle infrastrutture. Aspetti che non fanno che confermare i dati riguardo all’assenza da anni di una qualsiasi progettualità nell’efficienza. del CORR Casaccia (Comitato Ottimizzazione Risorse e Risparmio, una struttura patrocinata  di quasi 50 ricercatori che si è posto la questione di una gestione sostenibile del centro Casaccia).

La RSU, dietro mandato dell’Assemblea Casaccina si è presentata al tavolo respingendo ogni forma di ulteriore taglio.  

Resta confermata la netta contrarietà alla gara che taglia drasticamente il servizio mensa (anche su questo tema ignorando ogni approfondimento tecnico scientifico su argomenti che sono anche di interesse programmatico dell’ente).

La RSU Casaccia incontrerà di nuovo il personale in assemblea per decidere di concerto le prossime azioni da intraprendere in difesa dei servizi ormai sotto attacco da troppo tempo e di una maggiore funzionalità del centro. Sappiamo che molti dei disagi dipendono dalla cecità dei governi e da un commissariamento prolungato in modo smisurato. Anche su questo versante dobbiamo intervenire al più presto per avere risposte durature, per  chiedere un nuovo e autorevole assetto dell’ente, il rientro dai tagli come a parole ha dichiarato lo stesso Letta.

La Direzione comunica che in caso di mancato accordo con la RSU, procederà unilateralmente al taglio in una o nell’altra forma sopra citata. Non siamo assolutamente d’accordo, così come non siamo d’accordo con le nuove nomine fatte dala direzione. Non si può scaricare sui lavoratori l’assenza di politiche razionali.

La FLC CGIL ribadisce con forza che riteniamo profondamente ingiusto procedere ulteriormente con la scure sulle buste paghe dei dipendenti ENEA già sottoposte ad attacchi dalla spending review e blocchi contrattuali. Non può essere sempre la stessa categoria a pagare, in special modo dopo 4 anni di commissariamento gestiti senza equità di trattamento tra il personale.

Domani, 30 maggio, i lavoratori della Casaccia porteranno la loro protesta negli uffici della sede ENEA romana e in tutti i luoghi dove sarà necessario.

La FLC CGIL del Centro Casaccia, dà piena solidarietà e collaborazione alla RSU Casaccia e chiede a tutti i lavoratori uno sforzo di partecipazione attiva in questo caotico momento di storia del nostro Ente.

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL