FLC CGIL
YouTube
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3868787
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA, battaglia per i diritti, il contratto e il rispetto della legge

ENEA, battaglia per i diritti, il contratto e il rispetto della legge

La FLC Cgil ricevuta presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

01/02/2010
Decrease text size Increase  text size

Oggi si è svolto il presidio del lavoratori Enea presso il Ministero dello Sviluppo Economico, organizzato dalla FLC Cgil per rappresentare al Ministro vigilante il grave danno cui i dipendenti dell’Agenzia sono sottoposti, a causa della non apertura delle trattative per il contratto integrativo 2006-2009, e il perfezionamento delle tabelle di equiparazione al contratto degli Enti pubblici di Ricerca.

Come è noto l’iniziativa si è resa necessaria stante la totale indisponibilità del Commissario Ing. Giovanni Lelli a dare una risposta positiva alla richiesta di dare seguito a previsioni di legge e contrattuali.

Una delegazione FLC Cgil e quella del Comitato per la “Richiesta di apertura del contratto integrativo 2006-2009 e del conseguente pieno ingresso nel Comparto Ricerca”, è stata ricevuta da Giampietro Castano, responsabile tavoli crisi al Ministero.

L’incontro ha offerto l’occasione per “spiegare” la anomalia Enea, in termini di:

  • Seconda per numero di dipendenti istituzione scientifica dello Stato, senza una legge, un regolamento, uno Statuto, e con una missione abbozzata i cui contorni concreti si fanno sempre più incerti;

  • contratto EPR formale e non sostanziale per i dipendenti;

  • tabelle di equiparazione;

  • richiesta di rispetto del contratto di lavoro e delle leggi;

  • rischio di permanente sotto inquadramento normativo ed economico, derivante dalla applicazione della legge 15 e decreto l.gvo 150 prima della nostra equiparazione al comparto;

    necessità di tempistica coerente con le previsioni di legge.

La riunione si è brevemente interrotta per consentire a Castano un colloquio con il Capo di Gabinetto, dott. Luigi Mastrobuono, a seguito del quale, la delegazione è stata rassicurata sullo svolgimento dei seguenti passaggi:

  • il capo di Gabinetto rappresenterà al Ministro Scajola le rivendicazioni FLC Cgil al rientro dello stesso dal Medio Oriente;

  • a breve ci sarà una convocazione cui parteciperà anche il Direttore del dipartimento Energia del Ministero.

Nel corso dell’incontro sono state consegnate, da parte di rappresentanti del Comitato per il comparto, le 1000 firme raccolte nei Centri Enea a cavallo tra dicembre e gennaio. Tali rappresentanti hanno ribadito il carattere rivendicativo della loro iniziativa, associandosi al Segretario generale della FLC Cgil Domenico Pantaleo nel ritenere inaccettabile il limbo in cui sono i lavoratori: senza contratto, a rischio di essere equiparati al ribasso dall’operazione che si sta giocando sul tavolo di Brunetta.

Vi terremo informati sugli sviluppi della situazione, e vi invitiamo a tenere alta l’attenzione.

Roma, 1 febbraio 2010

Altre notizie da:
Servizi agli iscritti della FLC CGIL
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro