FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3946957
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: il 3 maggio primo incontro con l’ente dopo la firma del contratto nazionale di lavoro

ENEA: il 3 maggio primo incontro con l’ente dopo la firma del contratto nazionale di lavoro

Il 24 aprile si riunisce il Comitato di Ente ENEA insieme al Segretario Generale Francesco Sinopoli per analizzare le criticità dell’ente, per predisporsi efficacemente nell’applicazione del nuovo contratto, per preparare anche con la Confederazione iniziative per un pieno dispiegamento dell’ente.

18/04/2018
Decrease text size Increase  text size

Giovedì 19 aprile 2018 le organizzazioni sindacali rappresentative sono state convocate presso l’ARAN per la sottoscrizione definitiva del CCNL “Istruzione e Ricerca” 2016-2018. Ciò avviene dopo il via libera della Corte dei Conti che ha certificato la validità della pre intesa sottoscritta da FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola Rua, il 9 febbraio scorso.
L’amministrazione dell’ente provvederà alla liquidazione degli arretrati presumibilmente a giugno e all’adeguamento degli stipendi nel mese di maggio.

In questi due mesi la nostra organizzazione sindacale è stata impegnata in una vasta campagna di assemblee al fine di consultare le lavoratrici e i lavoratori. Dalle assemblee emerge il consenso dei lavoratori alla sottoscrizione definitiva della pre intesa del. L’esito della consultazione, dove evidentemente nessuno ha negato la presenza di limiti non risolti, ha fatto emergere una tripla esigenza:  

  • sottoscrivere in via definitiva il CCNL 2016-2018, perché di nuovo i lavoratori della conoscenza hanno un contratto dopo 9 anni
  • ottimizzare tutti gli strumenti presenti nel nuovo contratto che seppur insufficienti non sono pochi. Si tratta di valorizzare di nuovo un tavolo sindacale che è stato di fatto negato per anni dalla controparte. Ora su molti punti si può ritornare a trattare alla pari e senza atti unilaterali e autoritari. Se c’è la buona volontà potranno scaturire vantaggi per i lavoratori. Si ritorna comunque a discutere di orari, di conto terzi, di fondo che si rifinanzia con le risorse dei dipendenti pensionati, di 104, ferie solidali, ecc. Sia ben chiaro che la FLC CGIL si opporrà con determinazione sia a logiche burocratiche sempre sfavorevoli ai dipendenti ma anche alla ripresa di logiche da prima Repubblica
  • preparare al più presto la piattaforma per il triennio 2019-2021, ma sottolineare anche la necessità di un ripristino della normale dialettica negoziale tra le RSU dei centri e la controparte, la quale invece si esprime in una concezione accentratrice e poco puntuale negli impegni.
Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL