FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3821229
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: lettera unitaria su calendarizzazione del confronto sulle problematiche esistenti

ENEA: lettera unitaria su calendarizzazione del confronto sulle problematiche esistenti

Previsto un incontro da tenersi martedì 25 gennaio 2005.

20/01/2005
Decrease text size Increase  text size

All'ENEA

Direttore Generale
Ing. Giovanni Lelli

e p.c.: All'ENEA
Funzione Centrale RU
Unità Rapporti Sindacali
Dr. Sergio Gargiulo

OGGETTO: Calendarizzazione del confronto sulle problematiche esistenti.

Egregio Direttore,

riceviamo la lettera di convocazione prot. ENEA/2005/3264/RU del 18.01.2005 per un incontro da tenersi martedì 25 gennaio 2005.

Con l'occasione di tale incontro è urgente ed irrinunciabile iniziare la discussione e calendarizzare, in termini serrati, successivi appuntamenti, per affrontare una cospicua quantità di argomenti urgenti e corposi, di cui Le proponiamo un sintetico elenco iniziale:

1) conclusione, in termini oggettivi e trasparenti, dell'assegnazione definitiva dei profili professionali a tutto il personale. Le rammentiamo, in proposito, che abbiamo chiesto in forma scritta di conoscere l'elenco dei profili assegnati: ad oggi non abbiamo avuto ancora alcun riscontro;

2) definizione di ipotesi di lavoro tendenti ad estinguere le liti giudiziali in corso, con esplicito riferimento all'opposizione ENEA al Decreto del Tribunale di Roma del 20 agosto 2004, tenendo anche conto dell'esistenza della recente Sentenza del TAR del Lazio sul ricorso n. 777/2000;

3) definizione del riconoscimento giuridico delle anzianità oggi "ignorate";

4) integrazione urgente delle norme regolamentari interne all'Ente ed adeguamento alla normativa esistente sul fronte dei titoli di studio, per adeguarle al nuovo ordinamento sui titoli universitari, nonché affrontare in via definitiva l'irrisolta questione dei "titoli intermedi";

5) applicazione, ad altri insiemi di personale, dei criteri e principi sottostanti alla Determinazione D.G. n. 312 del 2003;

6) attribuzione del profilo professionale al personale con rapporto di lavoro a tempo determinato;

7) definizione dei criteri attuativi delle selezioni preordinate allo sviluppo verticale di carriera (ed all'interno di questo argomento, rammentiamo che rimane da quantificare la dimensione e la destinazione delle "maggiori risorse" di cui una Delibera del C.d.A., di luglio 2004, dava nozione);

8) modalità di erogazione dell'indennità di responsabilità per i Responsabili di progetto ad oggi esclusi;

9) confronto preordinato all'emanazione dell'Ipotesi di atto di indirizzo per il rinnovo contrattuale relativo al quadriennio 2002-2005, anche alla luce dei cambiamenti legislativi introdotti dalla Finanziaria 2005;

10) confronto in ordine allo stato dell'arte dell'attuazione del decreto di riordino dell'ENEA, adozione di un nuovo modello organizzativo, prospettive programmatiche e finanziarie dell'Ente, con la necessità improcrastinabile di assicurare la copertura dei maggiori oneri derivanti dal rinnovo del CCNL scaduto da tre anni e di garantire serenità occupazionale al personale precario;

11) definizione delle azioni orientate alla soluzione dei problemi riguardanti il personale precario (assunzioni, deroghe 2005, proroghe contratti a tempo determinato, proroghe assegni di ricerca, conversione a tempo indeterminato dei CFL, ecc.) nel quadro della definizione di una politica organica delle risorse umane che preveda la predisposizione e l'espletamento, nel primo semestre 2005, di bandi di concorso, in analogia a quanto fatto da molti enti di ricerca, per un numero di posizioni non inferiore alla dimensione numerica del personale precario oggi esistente;

12) introduzione di un sistema di progressione economica orizzontale che privilegi la maggiore esperienza acquisita;

13) definizione di tutte le problematiche riconducibili al sistema delle indennità;

14) definizione di tutte le problematiche riconducibili al sistema dei servizi aziendali;

15) definizione di tutte le problematiche riconducibili al sistema degli strumenti sociali ed assistenziali (comprese le problematiche insistenti sulla fruizione delle garanzie previste dalla polizza sanitaria).

Altri argomenti saranno successivamente inseriti nell'elenco delle questioni da trattare, ritenendo questo primo nucleo di temi sufficiente per una prima sessione di lavoro, da articolarsi su un numero plurimo di riunioni.

In attesa di concretizzare, attraverso un credibile programma dei lavori, la ripresa delle corrette relazioni sindacali, e gradita l'occasione per porgere distinti saluti.

FLC CGIL CISL F.I.R. UIL P.A. - U.R.

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL