FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3912305
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: sul salario accessorio rinvio all'incontro del 10 giugno

ENEA: sul salario accessorio rinvio all'incontro del 10 giugno

All’ordine del giorno anche le proroghe dei contratti precari. L’ENEA vuole le solite crocette per buoni e cattivi, i sindacati insistono per avere criteri equi e trasparenti.

01/06/2014
Decrease text size Increase  text size

L'incontro del 21 maggio è stato aggiornato. Prossimo incontro il 10 giugno. All'ordine del giorno vi sarà, su richiesta delle organizzazioni sindacali, anche la questione delle proroghe dei contratti ai precari, sulle modalità e le risorse. Si tratta alla luce delle nuove esigenze e soprattutto delle nuove normative, di aggiornare l’accordo sottoscritto a gennaio 2013. Questo sia per i tempi determinati che per gli assegni di ricerca. Si tratta in particolare di migliorare, e senza più stacchi contrattuali, la questione delle proroghe. Così come va rivisto il sistema del finanziamento dei contratti precari, al momento frammentato per ogni singolo progetto e quindi spesso incerto nella durata. L’Enea finalmente si è convertito all’ipotesi, già in atto in altri enti, di realizzare un fondo unico di garanzia, a cui riferirsi per tutti i contratti, sia in entrata che in uscita almeno per la parte relativa ai progetti. Sarà l’occasione di avere chiarimenti anche su altri aspetti, comprese le lamentele circa le procedure estenuanti degli assegni di ricerca.

Peraltro l’Enea ha dichiarato che entro una decina di giorni dovrebbe ultimare l’aggiornamento della nuova dotazione organica; a parole sostenendo che avrebbe tenuto conto delle varie esigenze emerse nelle settimane scorse. Vedremo. Al momento, comunque, non ci sono elementi che modificano le critiche evidenziate sulle politiche assunzionali. In modo particolare sullo strappo avvenuto a fine aprile sullo stravolgimento dei criteri negli scorrimenti precedentemente formalizzati anche per iscritto alle unità e nelle informazioni ai sindacati.

Inoltre, prendiamo atto che l’Ente non ha preso in minimo conto la richiesta reiterata anche pubblicamente dalla FLC CGIL, purtroppo in solitaria,  di rivedere lo scandaloso sotto inquadramento degli assunti td come laureati tecnici ma inseriti, in modo anche contrattualmente discriminatorio (alcune sigle tuttavia danno persino ragione all’ente) sin dalle tabelle di equiparazione del 2010, nei profili di “funzionari di amministrazione” di IV o V livello. In sostanza si assumono fisici, chimici, ingegneri ma li pagano come amministrativi, tanto sono precari. Di fronte  a questo atteggiamento arrogante e discriminatorio, di fronte alla “cresta” che si fa sulle attività dei giovani ricercatori la FLC CGIL Nazionale preannuncia iniziative di denuncia del comportamento dell’ente.

L’incontro del 21 maggio sulle risorse della produttività segna ancora una distanza abissale tra le parti. Confermate le risorse disponibili nel triennio 2012-2013-2014 di 3 milioni e mezzo (due milioni e 700 mila per i ricercatori tecnologi e 1 milione e 200 mila per i IV-VIII).

I sindacati propongono una ripartizione tripartita per ogni anno di salario accessorio, in contrasto con l'ipotesi complessiva triennale avanzata dall'ente. Una operazione distinta per ogni annualità, anche se contestuale nella tempistica. Questa modalità consentirebbe maggiore equità nella distribuzione delle risorse; cosa di cui c'è tanto bisogno in ENEA, quanto più in una situazione di pluriennale blocco contrattuale, dove c'è invece l'abitudine di premiare ad personam, con nomine e con indennità (quasi due milioni), attraverso modalità opache (o, se si preferisce, non trasparenti) e autoreferenziali. Peraltro, per la costituzione delle risorse, mancano ancora all’appello quelle dell’una tantum previste sul conto terzi, da destinare nel 2013 come previsto dal comma 1 dell’articolo 6 del CCI integrativo sottoscritto il 28 marzo scorso (dal 2014 invece dovrebbe andare a regime il nuovo accordo).

Come si vede per gran parte delle questioni il quadro resta inalterato e rimandiamo pertanto al recente comunicato.

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL