FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3948025
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: si rende necessaria una verifica urgente dei contributi previdenziali presso l’INPS

ENEA: si rende necessaria una verifica urgente dei contributi previdenziali presso l’INPS

Esito dell’incontro con la Direzione del 20 luglio sulle anomalie riscontrate all’INPS.

24/07/2018
Decrease text size Increase  text size

Le preoccupazioni che sono circolate nell’Ente hanno un fondamento. L’INPS pare abbia registrato, in molti casi, da verificare appunto, dati diversi da quelli dichiarati dall’ENEA, che peraltro devono corrispondere ovviamente alla documentazione della retribuzione (CUD e buste paga). L’ENEA aveva in proposito emesso una circolare interna appena dieci giorni fa che ha generato incertezza e scompiglio tra i lavoratori dell’Ente, considerato che siamo anche a ridosso delle ferie. Da qui l’urgenza di un incontro che è stato utile a un chiarimento sulla reale situazione e su i passi da compiere.

Occorre precisare che tutto questo nasce da una passata decisione governativa di prevedere una prescrizione, a partire dal 2019, sulla possibilità per i dipendenti pubblici di fare delle verifiche sulla propria situazione contributiva. Le OO.SS. hanno richiesto un nuovo incontro urgente al Ministro del Lavoro Di Maio e al Presidente dell’INPS Boeri per superare i vincoli della prescrizione dei contributi dei dipendenti pubblici. Infatti, se non si potesse più verificare ed eventualmente correggere gli errori dovuti allo stesso INPS o altra amministrazione, vorrebbe dire che lo stesso Stato diventerebbe potenzialmente un evasore contributivo, in quanto eviterebbe di sanare le proprie distorsioni nell’assicurare i versamenti dovuti per legge.

Pertanto:

  1. si deve attivare la procedura entro il 2018 per mettere in evidenza le eventuali anomalie con le conseguenti rettifiche;
  2. i contributi da parte dell’ENEA sono regolarmente versati (si evince dal CUD e buste paghe che diventerebbero atti falsati); è l’INPS che per problemi informatici interni all’istituto può aver registrato dati non conformi a quanto comunicato dall’ENEA;
  3. è il dipendente, il titolare unico della propria posizione contributiva e quindi anche della sua verifica;
  4. il dipendente deve attivare il processo di verifica e richiedere all’INPS l’RVPA (Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa) al fine di rilevare le inesattezze e gli errori della propria situazione previdenziale contenuti nell'Estratto conto informativo e con il fine anche di procedere al blocco della prescrizione;
  5.  l’ENEA ha comunicato che per settembre sarà attivo un applicativo dove inserire l’RVPA ottenuto, così da essere inviato presso l’ufficio competente per regolarizzare la posizione.  L’ENEA così procederà alla regolarizzazione di tutte le posizioni in breve tempo;
  6. le anomalie che sembrano essere ricorrenti riguardano il 2000 e il 2010;
  7. ovviamente a questo processo devono essere interessati a maggior ragione coloro che devono verificare contributi per attività lavorative non ENEA;
  8. riteniamo utili i riferimenti contenuti nel vademecum predisposto dall’unità specifica ENEA e per necessità gli uffici del patronato INCA CGIL e i nostri responsabili locali sono a disposizione.

Come FLC CGIL intendiamo monitorare il percorso nei prossimi mesi, sapendo che al momento si prevedono solo alcuni mesi disponibili. Il 14 settembre, primo incontro post ferie con l’Ente, sarà occasione per fare il punto del processo avviato. L’11 settembre prevediamo una assemblea con esperti nazionali sulla previdenza nel Centro di Frascati. Iniziativa replicabile in altri centri o da svolgere in videoconferenza.

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL