FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3935043
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: si allarga l’iniziativa in difesa dei livelli occupazionali e la minaccia di licenziamenti

ENEA: si allarga l’iniziativa in difesa dei livelli occupazionali e la minaccia di licenziamenti

Assemblea unitaria in occasione del nuovo incontro del 12 ottobre. La mozione dell’assemblea unitaria intercentri.

11/10/2016
Decrease text size Increase  text size

Dopo che l’ENEA ha prefigurato, senza tuttavia fornire elementi chiari e dettagliati, come un argomento così serio richiederebbe, il ricorso a licenziamenti al precari alla fine del sesto anno di contratti a tempo determinato e incertezza anche per quelli che devono raggiungere i 5 anni, si è subito svolta il 3 ottobre 2016 una assemblea nazionale unitaria intercentri che ha prodotto una mozione condivisa prefigurando necessariamente il ricorso allo stato di agitazione in difesa del ruolo programmatico dell’ente e conseguentemente dei suoi livelli occupazionali.

La diminuzione dei livelli occupazionali e gli scenari di licenziamento non sono solo questione di diritti o di esperienze professionali acquisite e da salvaguardare,  ma prefigurano un indebolimento complessivo dell’ente. Ora vi è un nuovo incontro il 12 ottobre, formalmente previsto per una verifica finanziaria delle proroghe ai contratti, che secondo gli accordi dovevano avere una proiezione fino a fine 2018. Dall’ENEA ci aspettiamo risposte positive, superando le timidezze e le cautele eccessive, ma, in caso negativo, chiediamo risposte chiare e circostanziate. Non si può rimanere generici quando si prospettano scenari così preoccupanti per le persone coinvolte e anche per il futuro dell'ente. Non si è capito, infatti, se si fa riferimento a difficoltà finanziarie e se queste sono temporanee e circoscritte oppure siamo in presenza di un indebolimento strutturale, che in questo caso andrebbe motivato fornendo gli andamenti dipartimentali degli ultimi anni. Oppure come sembra negli ultimi giorni si evidenziano sostanzialmente e genericamente problemi di presunta legittimità nelle proroghe. Inoltre in questi scenari l’Enea deve chiarire le strategie: vuole dimezzare il numero dei precari e dove vuole indirizzare il taglio?

Insomma lo stato per ora di allarme continua. Per questo FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA invitano  le lavoratrici ed i lavoratori dell’ENEA a partecipare all’assemblea presso la sede centrale a partire dalle ore 9,30 per supportare le richieste sindacali e per valutare insieme le proposte dell’ENEA.

Come si sostiene nella convocazione unitaria le organizzazioni sindacali nazionali unitamente ai numerosi ricercatori, tecnici e personale amministrativo che hanno partecipato di persona o in video conferenza alla citata assemblea del 3 ottobre non condividono l’azione in atto all’ENEA che conduce alla progressiva diminuzione dell’organico complessivo attraverso il “licenziamento” del precariato presente anche entro il 5° anno di attività o al 6° previo rinuncia dei diritti da parte della lavoratrice o del lavoratore  con contratto a tempo determinato innanzi all’ufficio territoriale del lavoro.

Non c’è nulla di  demagogico o assistenziale nella richiesta da parte sindacale di una proroga di tutti i contratti in essere al 31 dicembre 2018 e ciò è possibile nella più assoluta “legittimità” ma previo assunzione di responsabilità da parte del vertice dell’Agenzia.

Tagliare il personale significa non solo intaccare diritti ma indebolire le attività progettuali e quindi il futuro dell’ente. 

Le organizzazioni sindacali confermano, contestualmente, l’impegno (che dura già da tempo) per far modificare la previsione di cui all’art. 8 (reclutamento)  del decreto approvato in attuazione dell’articolo 13 della legge 124/125  ed hanno presentato, allo scopo, numerose controproposte sia nelle riunioni al MIUR che nell’audizione con le commissioni parlamentari per il tramite di documenti unitari e di sigla per contrastare, tra l’altro, anche un drastico e graduale ridimensionamento dei livelli occupazionali dell’ENEA che risulterebbe fatale con l’approvazione dell’attuale testo.

___________________

MOZIONE DELL’ASSEMBLEA DEL 3 OTTOBRE 2016

I lavoratori dell’ENEA si sono riuniti in assemblea convocata dalle OO.SS. FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA presso il Centro di Frascati e in collegamento in video conferenza con gli altri Centri a sostegno della vertenza ormai aperta sul precariato nell’Ente.

L’assemblea ha criticato l’atteggiamento di eccessiva prudenza dell’amministrazione che non vuole prorogare i contratti oltre i cinque anni proponendo di “spaccare il personale” con contratto a tempo determinato mandandone, di fatto, a casa la metà.

Ciò rischierebbe di causare danni certi ai lavoratori ma anche di avere ripercussioni irreparabili sulle attività sia istituzionali che programmatiche e progettuali.

I dipendenti ENEA di tutti i Centri chiedono alle OO.SS. di proclamare lo stato di agitazione del personale e di organizzare iniziative (già dalla prossima riunione del 12 ottobre) a tutela del futuro di tutti i lavoratori c.d. “flessibili” compresi i 67 assegnisti di ricerca per i quali sembra scemata ogni attenzione da parte dell’ENEA.

L’assemblea condivide e reitera le richieste delle OO.SS. di proroga di TUTTI i contratti in essere al 31/12/2018, e di emissione di nuovi bandi di concorso a tempo determinato che tengano nella massima considerazione l’esperienza in ENEA con lavoro subordinato o para subordinato (garantendo nel transitorio i rinnovi degli Assegni)

I lavoratori invitano le OO.SS. a continuare con sempre maggiore forza ed unitarietà, le azioni già in atto per modificare i contenuti del decreto legislativo relativo alla legge delega sugli enti di ricerca in particolare delle norme che, allo stato attuale, non consentirebbero assunzioni a tempo indeterminato per qualche anno in molti enti di ricerca e per un decennio in ENEA.

Approvato ad unanimità dalle assemblee di Frascati, Casaccia, Bologna Saluggia, Trisaia, Faenza, Brindisi. Per altri centri vi sono stati nella parte finale (come Portici e Roma Sede) dei problemi nel collegamento ….

Altre notizie da:
Elezioni RSU 2018: candidati con noi!
Elezioni RSU 2018: candidati con noi

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL