FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3893112
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: i lavoratori a Montecitorio per chiedere l'uscita dal commisariamento e il rilancio dell'Ente

ENEA: i lavoratori a Montecitorio per chiedere l'uscita dal commisariamento e il rilancio dell'Ente

Cronaca della bella giornata di mobilitazione del 13 giugno.

15/06/2012
Decrease text size Increase  text size

Dopo il successo del presidio al Ministero dello sviluppo economico per chiedere provvedimenti di riordino a lungo attesi e previsti addirittura dalla legge 99 del 2009, è sicuramente riuscita anche il sit-in che si è svolto il 13 giugno in Piazza Montecitorio.

L’obiettivo della manifestazione era quello di portare a conoscenza dei gruppi parlamentari più sensibili della grave situazione in cui viene lasciato il secondo Ente pubblico di ricerca italiano.

Non si danneggiano solo le migliaia di ricercatori e dipendenti direttamente coinvolti ma si danneggia l’intero paese che viene privato di un Ente utile e strategico nell’ambito della ricerca pubblica nei campi dell’energia, dell'innovazione e dello sviluppo sostenibile dei diversi settori di competenza già assegnati all’Enea dalla legge.

Dopo aver acquisito finalmente il contratto degli EPR, occorre definire una governance adeguata e all’altezza di un Ente di Ricerca, che permetta il suo rilancio e, attraverso metodi di gestione trasparenti degni di un ente di ricerca e della sua comunità tecnico-scientifica, la riorganizzazione delle attività e dei centri così da avere l'ambiente stimolante indispensabile a tutto il personale.

Invece abbiamo un commissariamento interminabile, uno stallo decisionale negli indirizzi, una frantumazione delle attività e la moltiplicazione degli incarichi, dentro una progressiva politica di tagli che strangolano i centri di ricerca, il precariato e le attività (unico ente di ricerca nel 2012 a cui è toccata una nuova stangata con tagli lineari che hanno portato il fondo ordinario addirittura al 75% delle spese del personale), con un accentramento smisurato e così prolungato nel tempo di poteri in una unica persona nella gestione di un ente così complesso.

L’iniziativa, che era stata preparata in particolare da due assemblee nei centri della Casaccia e di Frascati, ci ha consentito di stabilire proficui contatti con i gruppi parlamentari con i quali si è avviata una interlocuzione che speriamo proficua.

Prossimo appuntamento esterno è per la fine del mese al Mise per chiedere anche con forza l’applicazione del DPCM del 2009.

sit-in-enea-1 sit-in-enea-2

 

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL