FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3959061
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: firmato il CCI 2016-2018

ENEA: firmato il CCI 2016-2018

Insieme al verbale per le procedure dell’articolo 54 e all’ipotesi di accordo sui benefici socio-assistenziali, con la relativa disciplina per la loro concessione.

30/10/2020
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Come preannunciato, venerdì 30 ottobre 2020, c’è stata la firma del Contratto collettivo integrativo (CCI) 2016-2018. Insieme a questa ci è stata presentata la programmazione delle prossime scadenze -che condivideremo non appena possibile- con l’indicazione delle decorrenze in cui verranno erogati gli emolumenti a carattere automatico, quelli che invece avranno luogo a conclusione di specifiche procedure da assumere, nonché delle date di avvio e conclusione degli articoli 42 (IVP per gli CTER di IV livello), articolo 53 (i passaggi economici per gli apicali dei profili tecnici e amministrativi) e dell’articolo 54 (i passaggi di livello economico dei profili tecnici e amministrativi). Dopo la sottoscrizione dei testi, avvenuta per via telematica, l’Amministrazione ci ha inviato la programmazione delle prossime scadenze, che alleghiamo.

La prossima settimana siamo già convocati per l’avvio dei tavoli tecnici che si dovranno aprire come previsto dal CCI appena sottoscritto, fra i quali alcuni sono già in avanzato stato di maturazione e potranno probabilmente essere aperti e subito conclusi (come quello per le indennità dei RUP). Sempre nella prossima riunione sarà aggiornato il cronoprogramma definito a valle della firma dell’ipotesi di accordo di febbraio scorso, alla luce delle novità introdotte dalla firma del CCI e dello stato di maturazione dei vari tavoli tecnici.
Sarà nostra cura proporre nei prossimi giorni una lettura dettagliata dei vari istituti contrattuali e delle novità introdotte.

Nel confermare il giudizio positivo della FLC CGIL sul CCI appena sottoscritto, auspichiamo quanto prima che si possa procedere con le applicazioni conseguenti.

Ancora due considerazioni:

  • L’accordo sui benefici socio-assistenziali è ovviamente un’ipotesi (e quindi anche il relativo disciplinare) che dovrà essere certificata come già avvenuto per il CCI, la cui firma è stata propedeutica e necessaria per procedere alla costituzione del Fondo relativo. Speriamo solo che non ci debbano volere i nove mesi trascorsi per il CCI.
  • Sul Verbale di confronto per le progressioni di livello di cui all’articolo 54 abbiamo deciso di non apporre nessuna dichiarazione a verbale come FLC CGIL in quanto il contenuto del verbale è sostanzialmente lo stesso di quanto riportato nell’articolo 19 del CCI 2016-2018, a proposito dei criteri per i passaggi dell’articolo 53. Pertanto, avendolo sottoscritto, ci è sembrato che non ci fosse bisogno di alcuna puntualizzazione o di distinguo dal momento che veniva riproposto nel verbale di confronto su altra materia simile, com’è stato.
Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL