FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3919979
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: dal Centro della Trisaia emergono valutazioni e proposte su riorganizzazione dell’ente e applicazioni contrattuali

ENEA: dal Centro della Trisaia emergono valutazioni e proposte su riorganizzazione dell’ente e applicazioni contrattuali

Evidenziata una chiara disparità nei criteri dei nuovi accorpamenti rispetto al resto dell’ente. Restano le preoccupazioni per il futuro del Centro. La mozione dell’assemblea.

10/02/2015
Decrease text size Increase  text size

Come era previsto, in questa fase la discussione nei centri di ricerca dell'ENEA va ben oltre le valutazioni generali. Molta attenzione, con domande, richieste, valutazioni, viene data ai dettagli, giacché poi da questi  si valuta l'impatto e le ricadute concrete sui gruppi e sui singoli.

Anche nell'assemblea convocata nel Centro della Trisaia dopo una panoramica generale dei temi attualmente in discussione in ENEA, l'attenzione dei lavoratori è andata sulle molteplici ricadute di quanto si prevede sia a livello di riorganizzazione dell'ente che nelle applicazioni contrattuali. Resta la preoccupazione generale del ruolo e le prospettive del Centro della Trisaia che il vertice dell'ente non può ignorare. L'assemblea ha visto la presenza del Coordinatore nazionale di Ente, Carlo Buttarelli,  e del Segretario Generale della FLC CGIL Basilicata, Eustachio Nicoletti. I punti salienti della discussione sono stati raccolti in una mozione.
_____________________

Centro Ricerche ENEA TRISAIA
Mozione dell’assemblea della FLC CGIL

In data odierna si è tenuta in Trisaia l’assemblea dei lavoratori, regolarmente convocata dalla FLC CGIL.

Durante l’incontro sono stati trattati gli argomenti all’ordine del giorno, e dall’Assemblea sono emerse alcune criticità in cui versa il Centro della Trisaia.

I punti in attenzione all’ordine del giorno sono stati quelli della valutazione del recente accordo sui rinnovi TD, valutazione dell’esperienza anche per gli assegnisti, richiesta di accelerare il piano triennale ai fini di arrivare rapidamente alle nuove attese assunzioni.

Si è parlato delle applicazioni contrattuali attese nel 2015 per le quali si auspica che non ci si inventino altri ostacoli e pretesti per ritardarne ancora l’attuazione (per esempio conto terzi, anticipo di fascia stipandiale ecc.).

L’assemblea condivide alcune richieste fatte dalla FLC CGIL nazionale quali:

  • la necessità della formazione di un Consiglio Scientifico elettivo;
  • un processo trasparente per l’assegnazione di tutte le figure di responsabilità all’interno dei Dipartimenti, mediante autocandidature e valutazioni oggettive;
  • l’esigenza che le Direzioni Centrali non debbano più essere di gestione, ma di indirizzo e controllo in un processo di decentramento delle responsabilità.

L’Assemblea ha preso atto che il primo step della riorganizzazione che riguarda la formazione dei Dipartimenti assume un criterio di tipo programmatico a differenza del precedente assetto che era in certi casi geografico. Si nota che questa valenza viene di solito rispettata, ma stranamente è in parte disattesa per il Centro della Trisaia, dove prevale la valenza di carattere prettamente geografico a prescindere dai distinti indirizzi di attività presenti nel Centro, chiaramente afferenti ad altri Dipartimenti.  

La preoccupazione generale riguarda il raggruppamento di tutto il personale tecnico del Centro nel nascente Dipartimento “Energia”. Ci sono colleghi che non trovano corrispondenza tra la propria professionalità, acquisita negli anni, e le linee programmatiche del Dipartimento in cui dovrebbero confluire. Tale accorpamento penalizzerebbe aree tematiche in cui la Trisaia ha raggiunto negli anni posizioni di prestigio, grazie all’approvazione di numerosi progetti, commesse e attività sul territorio. Tali aree tematiche sono invece chiaramente citate nella declaratoria del nascente Dipartimento “Sostenibilità”. Ciò implica anche l’esclusione preventiva di alcuni profili professionali dai futuri bandi per l’assunzione di nuovo personale, il che andrebbe ad aggravare la già critica situazione della Trisaia, duramente penalizzata da assunzioni di nuovo personale mai destinato (o destinato in numeri esigui) a questo Centro.

L’Assemblea è tuttavia d’accordo che si debba valorizzare le competenze acquisite in campo energetico già presenti nel Centro, campo in cui la Trisaia può essere punto di riferimento a livello nazionale per alcune tematiche.

L’Assemblea ha inoltre posto all’attenzione i seguenti punti:

  1. Vertenza di riconoscimento dell’anzianità di servizio. Si richiede in proposito al Commissario di essere coerente con le sue recenti dichiarazioni in cui sosteneva di non proseguire oltre il primo livello di giudizio.
  2. L’assemblea è pienamente d’accordo che finalmente, grazie al sindacato, è stata riconosciuta anche agli assegnisti  l’ esperienza ai fini di concorsi esterni ed interni. Riteniamo utile considerare, nel momento in cui si programmeranno i prossimi concorsi, di valorizzare l’esperienza legata ad attività programmatiche dell’Ente, considerando in proposito anche quei dipendenti che hanno maturato titoli formativi superiori al livello posseduto.
  3. Confermiamo le richieste precedenti di rivedere la circolare sulle missioni, ma anche di sbloccare rapidamente le pratiche dei 10 assegni di ricerca già destinati al centro della Trisaia e bloccati inspiegabilmente.

L’Assemblea ritiene necessario, inoltre, che venga dato immediato impulso da parte dell’ Ente ad iniziative per un’intensa rete di rapporti con le istituzioni locali, il tessuto imprenditoriale, il territorio e l’Università della Basilicata.

5 febbraio 2015

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL